Pagina 1 di 1

Poesia - Città e deserto.

MessaggioInviato: 4 novembre 2005, 14:36
da Tana
Oggi ti dedico
Il pensiero di una dedica.
Unico, assoluto, rammarico
E' l'essere effimeri come una lirica.

Braccia e mani dal corpo ritornano
Ad essere acqua per oceani
Dal quale i bambini si dissetano
Insieme ai gabbiani e ai pellicani.

Per sopravvivere e diventare
Romantici o spietati eroi
Nell'era che possiamo immaginare
Loro, eroi, come lo siamo stati noi.

Come deserti che diventano città
Ma poi tornano deserti.
Tra il passato, tra quello che verrà
Tra le erbe ed i fiori irti.

Questa nostra era passerà
Come musica alla fine di un concerto
Anche per te che sei stata città
Anche per te che sarai deserto.

MessaggioInviato: 4 novembre 2005, 14:37
da Tana
(Non è mia intenzione fare cultura ma solo condividere una poesia, se gli amministratori credono possono spostare il messaggio in off topic... :) )

MessaggioInviato: 8 novembre 2005, 16:43
da mikeb
Non credo...mi sembra cultura con A maiuscola :ok:

MessaggioInviato: 8 novembre 2005, 17:28
da Tana
Ah! Ti ringrazio Mike, contento che la poesia ti sia piaciuta! :)
L'applauso, come è mia consuetudine, lo faccio io a te e alle persone che si fermano almeno un minuto a leggere queste poche righe... Grazie a voi... :ok:

MessaggioInviato: 26 gennaio 2006, 0:42
da Mauretta
:ok: bella!

MessaggioInviato: 28 gennaio 2006, 5:18
da Tana
Grazie, grazie davvero... :)

In questo periodo stò scrivendo qualcosa di nuovo, che magari avrò il piacere di condividere con voi tramite questo forum... :wink: