Blogzine?

Proponete migliorie al portale, nuove sezioni, nuovi ammennicoli!

Moderatore: Moderatori iobloggo

Messaggioda jonell » 1 giugno 2004, 11:13

come avevo detto anche io nei commenti mi piacerebbe partecipare ... ho visto la sezione musica, beh mi sento abbastamza portata x l'argomento quindi se avete bisogno io c sn
jonell
inesperto
inesperto
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 24 aprile 2004, 17:20

IO CI STO

Messaggioda laradice » 6 giugno 2004, 16:00

SE AVETE BIASOGNO SONO A VOSTRA DISPOSIZIONE!
VORREI SOLO CAPIRE MEGLIO RILEGGERO' TUTTA LA DISCUSSIONE CON CALMA. FATEMI SAPERE
A PRESTO
NILO
Avatar utente
laradice
esperto
esperto
 
Messaggi: 125
Iscritto il: 2 aprile 2004, 18:04

Messaggioda Eric » 7 giugno 2004, 13:04

Facci sapere tu, piuttosto!

http://redazione.iobloggo.com
Eric
esperto
esperto
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 marzo 2004, 19:52
Località: Bergamo

Messaggioda Eric » 7 giugno 2004, 16:00

Eric
esperto
esperto
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 marzo 2004, 19:52
Località: Bergamo

Risposta&proposta.

Messaggioda queenoffaeries » 10 giugno 2004, 0:13

Ciao Eric,
Ho appena letto il topic e vorrei controbattere su un punto che mi sta a cuore:
Se il blog è come la nostra casa,ovviamente nel blog,come faremmo per un diario cartaceo,saremmo propensi ad esprimerci con un linguaggio colloquiale,cosa che non faremmo mai se dovessimo scrivere un articolo per un giornale,una lettera ad un avvocato o altro,
questo perchè intimamente siamo sempre convinti di scrivere per noi stessi,per cui ci dimentichiamo la morsa del giudizio altrui,che nella vita reale a volte è davvero insostenibile.
Io non credo che dietro ogni persona che usa le k si celi un mostro,perchè a volte anch'io nei ,miei blog, a volte ,per causa della pressione della vita normale o anche distrazione ,ho usato abbreviazioni e fatto imprecisioni varie ma non per questo mi reputo un ignorante e nemmeno incapace di scrivere correttamente in italiano.E' solamente una buona consuetudine non usare certe espressioni che ingolfano il blog e rendono difficile la lettura.Spero vivamente che questo progetto non sarà,come temo,una sorta di selezione di un élite basata su un analisi superficiale dei blog delle persone candidate e questa non è una critica ma piuttosto un augurio per un Blogzine davvero di qualità perchè formato da un équipe selezionata solo in base magari ad un contest non alla popolarità oppure correttezza formale del blog.Che ne dici di proporre agli aspiranti di scrivere un post ciascuno su un argomento preciso?Sarebbe il modo più corretto per giudicare!
Ultima modifica di queenoffaeries il 10 giugno 2004, 21:02, modificato 1 volta in totale.
mac mini addio,torna a casa pc!
queenoffaeries
purosangue
purosangue
 
Messaggi: 315
Iscritto il: 15 marzo 2004, 22:09
Località: abruzzo

Messaggioda Eric » 10 giugno 2004, 0:47

Riguardo alla questione "kappa" et similia, usando una metafora, a me sembra tutto molto semplice: c'è una certa differenza tra il calpestare una merda, cosa che capita a tutti nonostante l'attenzione che ci si possa mettere, e il masticarla con gusto ed ostinazione.

Spero di avere reso l'idea.
Eric
esperto
esperto
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 marzo 2004, 19:52
Località: Bergamo

Messaggioda Kine » 10 giugno 2004, 1:57

io non credo che usare le k o le abbreviazioni sul blog voglia dire di non essere capaci a scrivere... se una persona riesce a scrivere in entrambi i modi (corretto e anche abbreviato) perchè limitarsi ad uno? in fondo pure tu (erik) hai detto che in casa stai comodo (e hai paragonato i blog ad una sottospecie di casa)
quindi non vedo perchè in casa tu debba stare per forza in giacca e cravatta :?
"state molto attenti a far piangere una donna, che poi Dio conta le sue lacrime!" La donna è uscita dalla costola dell'uomo, non dai piedi perché dovesse essere pestata, né dalla testa per essere superiore, ma dal fianco per essere uguale.... un po' più in basso del braccio per essere protetta e dal lato del cuore per essere Amata..."
Kine
occasionale
occasionale
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 9 giugno 2004, 10:02
Località: VR

Messaggioda Eric » 10 giugno 2004, 10:31

Kine ha scritto:io non credo che usare le k o le abbreviazioni sul blog voglia dire di non essere capaci a scrivere... se una persona riesce a scrivere in entrambi i modi (corretto e anche abbreviato) perchè limitarsi ad uno? in fondo pure tu (erik) hai detto che in casa stai comodo (e hai paragonato i blog ad una sottospecie di casa)
quindi non vedo perchè in casa tu debba stare per forza in giacca e cravatta :?


Beh, voglio sperare che non esista gente al mondo che "skrive da krukko" perché a scuola non gli hanno insegnato che non è così... ma il punto è proprio questo: è un errore in cui non ci si cade, ma proprio si insegue con ostinazione.
Poi "abbreviato" a me francamente pare una cazzata. Non capisco perché tutta questa gente scriva con il cronometro in mano, con il risultato che forse impiegano un secondo in meno (forse: io ci impiego di più perché anni e anni di istruzione, soprattutto elementare, mi hanno velocizzato nello scrivere in italiano corretto: la forza dell'abitudine) ma io per decifrare certe porcate che sembrano codici fiscali ci impiego di più. E a volte mi passa proprio la voglia.
In casa sto "comodo" se non mi viene nessuno a trovare. Se qualcuno mi viene a trovare invece, come in un blog, sto ancora informale, ma non gli apro la porta in mutande, scaccolandomi, e scoreggiando. è semplicemente educazione. Anche senza rimanere in giacca e cravatta.

PS: preferirei mi chiamaste "Eric", con la lettera "ci". Sapete com'è.
Eric
esperto
esperto
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 marzo 2004, 19:52
Località: Bergamo

Messaggioda christalsky » 10 giugno 2004, 11:38

[è UNA MIA OPINIONE] secondo me quello che ha scritto Eric è giusto, non proprio giustissimo ma giusto. Non vedo l'utilità di dover abbreviare le parole di una recensione di un blog. Non è una cosa formale, ma è pur sempre una recensione!! Nel mio blog scrivo senza le "k" semplicemente perchè mi piace di più. Lascia che poi nei commenti e sulla tag-board scrivo da emerita ignorante, è un'altra cosa. Sono d'accordo anche con Queenoffaeries sul fatto che sarebbe meglio non utilizzare certe espressioni troppo tecniche e complicate perchè non tutti ne capirebbero il senso e, come ha detto lei, "ingolferebbero un blog". Scrivere correttamente va bene ma se ci scappa una "x" o una "k" non credo sia un'errore esagerato. fate voi, ripeto, è solo una mia opinine.Buon Lavoro :wink:
christalsky
abituale
abituale
 
Messaggi: 64
Iscritto il: 21 maggio 2004, 15:21

Messaggioda Kine » 10 giugno 2004, 20:01

[...]
Poi "abbreviato" a me francamente pare una cazzata. Non capisco perché tutta questa gente scriva con il cronometro in mano, con il risultato che forse impiegano un secondo in meno (forse: io ci impiego di più perché anni e anni di istruzione, soprattutto elementare, mi hanno velocizzato nello scrivere in italiano corretto: la forza dell'abitudine) ma io per decifrare certe porcate che sembrano codici fiscali ci impiego di più. E a volte mi passa proprio la voglia.
[...]
PS: preferirei mi chiamaste "Eric", con la lettera "ci". Sapete com'è.


ok, l'idea è stata tua, e puoi scegliere la gente che ti piace di +... solo che secondo me rischi di perdere dei buoni elementi per il tuo progetto...

p.s. Scusa se ho confuso la tua "c" finale con una imperdonabile "k", ma gli eric che conosco hanno tutti il nome che finisce per "k", non è stato per abbreviare o altro.. :D
"state molto attenti a far piangere una donna, che poi Dio conta le sue lacrime!" La donna è uscita dalla costola dell'uomo, non dai piedi perché dovesse essere pestata, né dalla testa per essere superiore, ma dal fianco per essere uguale.... un po' più in basso del braccio per essere protetta e dal lato del cuore per essere Amata..."
Kine
occasionale
occasionale
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 9 giugno 2004, 10:02
Località: VR

bhe basta con queste k!

Messaggioda queenoffaeries » 10 giugno 2004, 21:01

Qualcuno ha per caso letto bene il mio post?

Non mi importa se nei vostri blog scriviate o no con le k o se sia giusto o no farlo,volevo dire che:

Anche scrivessi un blog fatto interamente di k,se qualcuno mi chiedesse di scrivere qualcosa di serio sarei capace e questo credo valga per moltissimi altri bloggers!!

Fatevi sentire!

Cosa ne pensate?

[basta discorsi sulle k pero', mi hanno stufato!!]
mac mini addio,torna a casa pc!
queenoffaeries
purosangue
purosangue
 
Messaggi: 315
Iscritto il: 15 marzo 2004, 22:09
Località: abruzzo

Re: bhe basta con queste k!

Messaggioda Eric » 10 giugno 2004, 22:20

queenoffaeries ha scritto:Anche scrivessi un blog fatto interamente di k,se qualcuno mi chiedesse di scrivere qualcosa di serio sarei capace e questo credo valga per moltissimi altri bloggers!!


Beh, credo che come discorso valga anche se scrivessi al contrario, da sinistra verso destra. Ma è un ragionamento per assurdo, e non ho capito esattamente cosa stia a dimostrare.
Eric
esperto
esperto
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 15 marzo 2004, 19:52
Località: Bergamo

Re: bhe basta con queste k!

Messaggioda christalsky » 11 giugno 2004, 0:06

queenoffaeries ha scritto:Qualcuno ha per caso letto bene il mio post?

Non mi importa se nei vostri blog scriviate o no con le k o se sia giusto o no farlo,volevo dire che:

Anche scrivessi un blog fatto interamente di k,se qualcuno mi chiedesse di scrivere qualcosa di serio sarei capace e questo credo valga per moltissimi altri bloggers!!

Fatevi sentire!

Cosa ne pensate?

[basta discorsi sulle k pero', mi hanno stufato!!]



sorry, non avevo capito il problema :cry: ma su questo sono + che d'accordo, ci mancherebbe!!
christalsky
abituale
abituale
 
Messaggi: 64
Iscritto il: 21 maggio 2004, 15:21

Messaggioda queenoffaeries » 11 giugno 2004, 0:30

Menomale,mi stavo preoccupando!
mac mini addio,torna a casa pc!
queenoffaeries
purosangue
purosangue
 
Messaggi: 315
Iscritto il: 15 marzo 2004, 22:09
Località: abruzzo

Messaggioda esh » 11 giugno 2004, 15:00

Mi inserisco nella discussione prendendo il discorso da un punto di vista un po' differente (ovviamente quanto scritto è solo una mia opinione).

L'utilizzo di abbreviazioni, neologismi scorretti, scambi di lettere e similari non è indice di ignoranza ma c'è un'altra differenza; chi scrive per passione e chi scrive per scrivere.

Chi scrive per passione non è uno "scrittore" - obiettivo che una persona può porsi o meno - bensì qualcuno che non si limita a conoscere un dato argomento, ne è "innamorato". Se una persona ama il cinema probabilmente non si limiterà a guardarsi due o tre film; si informerà sulle novità in uscita più e meno pubblicizzate, leggerà le recensioni date da diversi critici, controllerà le opinioni che trova in giro e una volta guardato il film, si creerà la sua idea. Al momento di esprimerla, per "formazione" data proprio dalla sua passione, sarà portato a parlare (o scrivere) in modo conforme alla tematica.

Chi scrive per scrivere guarderà il film, dirà qualcosa sulla trama e concluderà (quando questo punto non sarà il solo affrontato) se gli è piaciuto o meno, senza fare riferimenti, senza essersi interessato e via discorrendo.

Se ne può dedurre che tutti possiamo scrivere in modo corretto, ma chi ha la passione per un determinato campo molto difficilmente svilirà il lessico scritto nell'esprimersi.
La passione per un dato argomento porta inevitabilmente a cercare il modo migliore per affermare le proprie idee e dà quel qualcosa in più che chi scrive, magari anche bene ma senza un vero interessamento di fondo, difficilmente riuscirà a fare.
Si può fare il discorso inverso; chi fa uso e abuso di aberrazioni lessicali mostra di avere poca stima per la lingua italiana e che si voglia scrivere di cinema, politica, libri o arte, l'utilizzo corretto della lingua italiana è una necessità fondamentale - una necessità che chi non ha particolarmente a cuore non sarà in grado di dare quello spessore al suo scritto, se paragonato ad un vero appassionato del settore.

E' vero che qualcuno potrebbe obiettare che sul suo blog non affronta argomenti particolari e che, conseguentemente, non ha bisogno di utilizzare una forma di linguaggio particolarmente attenta ai dettagli.
Questa mi sembra una scusa che non si regge nemmeno in piedi da sola.
Su iniziativa di Eric si è utilizzata la metafora del blog come una casa; l'idea è buona, ma qui non sta parlando di vestiti, pettinature o altri oggetti materiali, bensì si tratta di parole - qualcosa con cui si ha continuamente a che fare ma che sono aleatorie.
Quando io esco di casa e parlo con una persona qualsiasi, parlo come parlo a casa mia. Ovviamente se avrò una discussione un professore universitario avrò maggiore cura nella scelta dei termini ma, in linea di massima, il mio modo di esprimermi sarà comunque lo stesso. Questo perché è qualcosa di strettamente personale; quando parlo non mi viene naturale utilizzare neologismi di dubbia provenienza e quando scrivo non riesco ad utilizzare le fantomatiche "k" al posto delle corrette lettere. Il motivo è che amando leggere amo scrivere e mi è quindi estranea la necessità di essere più rapida a discapito di una correttezza grammaticale o sintattica.

Riassumendo: chiunque può scrivere in un italiano corretto ma chi ha un interesse notevole verso un argomento non utilizzerà, nemmeno parlando di altro, un modo di esprimersi che non gli è proprio.
[just creative]
Avatar utente
esh
esperto
esperto
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 12 marzo 2004, 23:25
Località: Genova

PrecedenteProssimo

Torna a Proposte per migliorare iobloggo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron